Data: 08/11/2018

‘LIONS CLUB GUBBIO’ PROMUOVE IL RICORDO DI ORLANDO SPIGARELLI MAESTRO ELEMENTARE E AUTORE DEL LIBRO ‘IL LIBERO COMPORRE E IL DIALETTO’

Verrà presentato sabato 10  novembre alle ore 16,30, presso la sala ex Refettorio della Biblioteca Comunale,

un  opuscolo commemorativo (stampa a cura di  EFG - Edizioni Fotolibri),  dedicato all'azione pedagogica e formativa del maestro Orlando Spigarelli, a distanza di mezzo secolo dalla prima stampa  nel 1968 da parte della  'Tipografia Eugubina' del  volume  'IL LIBERO COMPORRE E IL DIALETTO'. Si trattava di una pubblicazione, introdotta da  Gustavo Buratti,  nella  quale  l'autore raccolse  composizioni in prosa e in versi di alcuni suoi allievi della scuola elementare nella frazione eugubina di Nogna.  Il lavoro fu molto apprezzato da illustri studiosi,  in particolare da Giacomo Devoto, che volle  la pubblicazione, cinque anni più tardi, di una nuova raccolta con il titolo 'Il dialetto e la scuola'.  L'iniziativa, promossa dal 'Lions Club Gubbio', coincide anche con  il decimo anniversario della morte del Maestro,  ed è curata da Luigi M. Reale, con i contributi di Walter Pilini, Giancarlo Sollevanti, Renzo Zuccherini. A portare il saluto dell'amministrazione comunale sarà l'assessore Augusto Ancillotti.  L' iniziativa costituisce il prodromo per altri due eventi da organizzare nel 2019: una mostra di documenti (manoscritti e testi a stampa) tratti dall'archivio Spigarelli, da allestire in collaborazione con la Biblioteca Comunale Sperelliana, quindi la riedizione dei due volumi del 1968 e del 1973 del libro.  L'opuscolo si offre agli eugubini a ricordo del benemerito concittadino, ma è destinato in particolare alle scuole, come occasione di aggiornamento per gli insegnanti, e al mondo dell'università e della ricerca, per la specifica rilevanza dell'opera di Spigarelli negli studi di didattica dell'italiano ed educazione linguistica in generale.  Orlando Spigarelli  nato a  Villerupt nel  1926  da genitori di origine eugubina emigrati in Francia,   frequentò le scuole primarie a Nizza. Dal 1947, rientrato in Italia, lavorò prima come insegnante elementare infine come docente di lingua francese, e morì a  Gubbio nel  2008.