Data: 01/10/2020
COMUNICATO STAMPA

Comunicato stampa -Orfeo Goracci Consigliere Comunale di GUBBIO RINASCE LIBERA e GIOVANI TERRITORIO AMBIENTE

"Approvazione mio O.D.G."

Esprimo profonda soddisfazione per l’approvazione del mio ordine del giorno su : “Appello - il Premio Nobel per la Pace ai medici e infermieri cubani” durante il Consiglio Comunale di ieri 29 settembre 2020.
L’O.D.G. è stato approvato a larghissima maggioranza, contrari soltanto un Consigliere leghista ed uno “grillino”, astenuti un altro “grillino” e il rappresentante di una lista civica di opposizione.
Rendo merito al Sindaco e alla Sua maggioranza che hanno creduto in questa proposta e l’hanno votata in maniera compatta...oggettivamente un evento straordinario per una proposta del sottoscritto.
In tutti gli interventi si è riconosciuto il merito del gruppo sanitario cubano che ha fatto della solidarietà e dell’aiuto sanitario/umano incondizionato la sua stella polare.
Visto che dal 26 settembre la proposta di assegnazione del Nobel per la pace a medici e infermieri cubani è stata formalizzata da centinaia di associazioni di pace e solidarietà di tutto il pianeta e da numerosi intellettuali ed istituzioni, speriamo che anche il nostro piccolo contributo, ma proveniente da una città da sempre in prima fila quando si parla di solidarietà e pace, possa essere una spinta propulsiva.
 
Gubbio 30 settembre 2020
Orfeo Goracci Consigliere Comunale di GUBBIO RINASCE LIBERA e GIOVANI TERRITORIO AMBIENTE
 
 
Oggetto: Appello - il Premio Nobel per la Pace ai medici e infermieri cubani.
 
La pandemia COVID-19 ha colpito l’intero pianeta, senza distinzioni di confini nazionali o di sviluppo tecnologico ed economico, mostrando l’inadeguatezza del sistema sanitario anche in Paesi ricchi, come gli USA e qualche realtà europea.
Su richiesta di Governi nazionali (e regionali, nel caso italiano), Cuba ha inviato il “Contingente Internazionale di Medici Specializzati in Situazioni di Catastrofi e Gravi Epidemie Henry Reeve” in 28Paesi, a titolo completamente gratuito e senza chiedere alcuna “contropartita” di natura politica, neanche contro il pluridecennale blocco USA nei confronti dell’isola.
Le Brigate Mediche Henry Reeve, organizzazione che non ha precedenti nel mondo, furono fondate nel 2005 con l’obiettivo di cooperare, col proprio personale specificamente preparato e rapidamente mobilitato, con qualsiasi Paese colpito da una catastrofe, come uragani, inondazioni, terremoti, o epidemie...
Da allora più di 7000 sanitari hanno fatto parte della Henry Reeve nei suoi decenni di esistenza: tanto che il Contingente ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, fra cui il prestigioso Premio Commemorativo Dr. Lee Jong-Wook Memorial per la Salute Pubblica, con cui la OMS (Organizzazione Mondiale della Salute) riconosce il lavoro di persone, istituzioni ed organizzazioni con un apporto significativo nel campo della salute pubblica.  
Non offriamo ciò che ci avanza, condividiamo quello che abbiamo” è la bandiera di questo Contingente, nato e formato da un piccolo Paese povero, e animato da un ideale e un’etica che pone al primo posto la vita umana, in qualsiasi condizione politica, sociale od economica. Incalcolabile è il numero di vite che hanno salvato in tutte le loro missioni e nella battaglia contro il COVID-19: la coscienza etica della loro solidarietà umana è di esempio per il mondo.
Per questo, chiediamo di aderire alla campagna mondiale per sostenere la CANDIDATURA al PREMIO NOBEL per la PACE 2021 del Contingente Internazionale di Medici Specializzati in Situazioni di Catastrofi e Gravi Epidemie Henry Reeve.
La campagna ha il sostegno di eminenti intellettuali, artisti, politici, istituzioni e organizzazioni di tutto il mondo, dall’Europa, all’America del Sud, agli USA, che riconoscendo l’eccezionale, umanitario contributo per la salute e la vita offerto dai sanitari della Henry Reeve, hanno costituito un comitato mondiale.
Tra le migliaia di adesioni individuali alla campagna, si annovera il premio Nobel per la Pace Adolfo Pérez Esquivel, l’ex presidente dell’Ecuador Rafael Correa, gli scrittori Alice Walker e Noam Chomsky, i registi Oliver Stone e Petra Costa.
 
Con quanto sopra riportato IL CONSIGLIO COMUNALE DI GUBBIO, nel condividere lo spirito della proposta, IMPEGNA IL SINDACO a sostenerla nei modi e nelle forme di sua competenza.