Data: 17/11/2020

“Confidiamo nell’Ufficio Scolastico Regionale, ma non facciamo crociate”

Il sindaco Stirati: “ No a nuovi indirizzi che si sovrappongono a quelli esistenti. Servono ragionamenti complessivi”.
Anche l’assessore Minelli parla di “necessario coinvolgimento di istituzioni e dirigenti per il bene dell’offerta formativa”

GUBBIO (17/11/2020) – “Auspichiamo che la linea dell’Ufficio Scolastico Regionale, che già lo scorso anno aveva espresso parere contrario all’attivazione di nuovi indirizzi scolastici che fossero di fatto una sovrapposizione di quelli già esistenti, venga confermata anche questa volta”: a dirlo è il sindaco di Gubbio Filippo Stirati, che prende posizione a proposito dell’approvazione da parte del Consiglio Provinciale di due nuovi corsi a Umbertide e a Gualdo Tadino, simili a quelli già proposti, a Gubbio, dal Mazzatinti e dal Cassata.

“Sottoscriviamo quanto già manifestato sia dalla dirigente del Liceo Mazzatinti che dal dirigente del Cassata-Gattapone, senza che questa vicenda debba tingersi però di coloriture da “crociata”: è necessario dare spazio a ragionamenti complessivi, evitando di creare scontri e discrasie, e allo stesso tempo evitando sovrapposizioni che fanno male all’intera offerta formativa”. Anche l’assessore ai Servizi Scolastici Simona Minelli sottolinea che “proprio perché è necessario ragionare in modo ampio e complessivo, sarebbe opportuno che questi processi coinvolgessero, sin dall’inizio, sia noi sia i dirigenti scolastici, mentre ad oggi né noi né loro siamo stati nemmeno messi a conoscenza di quello che stava accadendo”.