Data: 06/07/2016

EVENTO D’ECCEZIONE CON LA PRESENTAZIONE A GUBBIO DEI 5 FINALISTI DEL ‘PREMIO CAMPIELLO’

Evento d'eccezione  nella vita culturale di Gubbio, con l'inserimento di una tappa della presentazione dei 5 finalisti del 'Premio Campiello', che verrà ospitata mercoledì 13 luglio alle ore 18 nella sala ex Refettorio della Biblioteca Sperelliana,  grazie all'iniziativa della Fondazione "G.Mazzatinti", che  con il patrocinio del Comune di Gubbio, si è adoperata, come già lo scorso anno, per organizzare e sostenere l'appuntamento.

Ne danno l'annuncio il sindaco Filippo Mario Stirati e il presidente della 'Fondazione Mazzatinti' Gianfranco Cesarini, che spiegano le motivazioni: « E' un'opportunità culturale per la città e  per rinsaldare i legami con l'organizzazione del 'Premio Campiello', che porta autori di primissimo piano.  Si rinnova dunque – proseguono Stirati e Cesarini -   il  rapporto con la città. Per il secondo anno consecutivo, il "Campiello" sarà a Gubbio per una delle  tappe itineranti organizzate in tutta Italia per promuovere gli autori finalisti, i loro libri e lo spirito che anima fin dal suo nascere questo premio, ovvero la volontà di promuovere la lettura come imperituro strumento di crescita culturale ».  Sostenuto da 'Confindustria Veneto', il  "Campiello" giunto alla sua 54esima edizione,  è un premio letterario, istituito nel 1962, che viene assegnato a opere di narrativa italiana,  segnalando all'attenzione del grande pubblico numerosi autori e romanzi che hanno fatto la storia della letteratura italiana.  Considerato uno dei più prestigiosi premi letterari a livello nazionale,  ha la  peculiarità che a decretare il vincitore, nella splendida cornice del teatro "La Fenice" di Venezia, sarà una giuria di 300 lettori, sulle opere vagliate da una giuria tecnica.  Dopo Venezia, Palermo, Catania, Bari, la serie di "Incontri con gli autori", dunque Gubbio, unica tappa umbra del tour nazionale, accoglie la presentazione e si proseguirà poi in altre località del Belpaese fino a settembre. Saranno presenti all'incontro aperto al pubblico di lettori e appassionati di narrativa, oltre agli scrittori finalisti, anche il presidente della Fondazione Campiello Valentino Vascellari, il presidente di Confindustria Veneto Roberto Zuccato, accompagnati dalla referente in Umbria del "Campiello"  Anna Maria Romano. A condurre l'incontro sarà  il giornalista e direttore di TRG Giacomo Marinelli Andreoli.  Queste le opere e i 5 finalisti, selezionati tra oltre 230 partecipanti, del 'Premio Campiello' che vivrà il suo atto conclusivo la sera di sabato 10 settembre a "La Fenice" di Venezia: 'Gli ultimi ragazzi del secolo' di Alessandro Bertante (Giunti), 'Le cose semplici' di Luca Doninelli (Bompiani), 'Le regole del fuoco' di Elisabetta Rasy (Rizzoli),  'Il giardino delle mosche' di Andrea Tarabbia (Ponte alle Grazie), 'La prima verità' di Simona Vinci (Einaudi).