Data: 12/10/2020

PICCOLA COLLETTIVA D'ARTE SACRA AL MUSEO DIOCESANO DI GUBBIO

Piccola Collettiva d’Arte sacra al Museo Diocesano di Gubbio. Diciassette artisti si confrontano sul tema della rappresentazione dell’arte sacra nel contemporaneo.

Si aprirà sabato 17 ottobre, al Museo Diocesano di Gubbio, la mostra  dal titolo “Piccola collettiva d’Arte Sacra”, patrocinata dal Comune di Gubbio, con il sostegno della Diocesi cittadina, organizzata e promossa dall’Associazione Culturale La Medusa.  La mostra vuole indagare il rapporto contemporaneo tra gli artisti e il tema della rappresentazione sacra, attraverso visioni, linguaggi ed interpretazioni molto diverse tra loro. Nonostante il rapporto tra arte e chiesa oggi non sembri essere così simbiotico come nei secoli scorsi, la ricerca dell’arte verso i temi della fede e della spiritualità non si è mai interrotta. Da questo presupposto nasce la selezione dei diciassette artisti presenti a Gubbio,  che hanno tutti età diverse, stili diversi, spiritualità e tecniche diverse. Tutti consapevoli dei grandi cambiamenti che rappresentano il secolo appena trascorso, il novecento, , e che quindi porta le opere ad avere caratteri diversi per arrivare anche nel tema del non  figurativo. La location è d’eccezione, il Palazzo dei Canonici di Gubbio, sede del Museo Diocesano, edificato nel XIII secolo e ampliato successivamente, il palazzo ospitava il Collegio dei Canonici addetti al culto liturgico del duomo, la cui vita comunitaria fu regolamentata da Sant’Ubaldo. All’interno di un complesso architettonico unico ed affascinante il visitatore può ripercorrere l’origine e la storia dell’antica diocesi eugubina. Oltre alla sezione archeologi ed orafa, nella pinacoteca tra i dipinti, si distinguono le tavole dell’eugubino Mello, attivo tra il terzo ed il sesto decennio del Trecento, raffiguranti la Madonna con il Bambino.  In questo contesto unico e con l’obbiettivo di indagare il dato sacro nel contemporaneo, la domanda dunque da porsi è la seguente: Ma il contemporaneo e l’arte devozionale sono poi davvero così distanti oggi? La risposta è nelle opere degli artisti partecipanti che sono: Paolo Bottioni, Agostino Cancogno, Flora Castaldi, Rossana Gallo, Giuseppina Marota, Mauro Molinari, Giampaolo Muliari, Giancarlo Nucci, Renato Restelli, Malika Roberto, Rosalind Keith, Riccardo Sanna, Alberto Schiavi, Gianluca Giuseppe Seregni, Silvia Venuti e Gabriele Vicari. Il giorno del vernissage sabato 17 ottobre alle ore 17.00, verranno inoltre consegnate tre menzioni speciali ai partecipanti, una per la tecnica, una per la tematica una alla carriera. La mostra sarà visibile al pubblico fino al 1 novembre, nei giorni ed orari di apertura del Museo Diocesano. Per informazioni telefonare al numero 0759220904info@museogubbio.it
Fonte: Associazione Culturale La Medusa