Data: 08/01/2021
COMUNICATO STAMPA

Statale 219, lunedì via ai lavori di Umbra Acque sulla vecchia strada

Si è tenuta ieri mattina la conferenza di servizi tra Comune di Gubbio, Anas, Provincia di Perugia e Umbra Acque.

Il sindaco Stirati: “Abbiamo chiesto modifiche al cronoprogramma per evitare al massimo i disagi per i cittadini”

GUBBIO (08/01/2021) – Prosegue il lavoro di concerto tra amministrazione comunale, Umbra acque, Anas e Provincia di Perugia a proposito dei lavori in programma sulla SS 219 Gubbio-Pian D’Assino: ieri mattina, nel corso di una videoconferenza, si è fatto il punto rispetto al cronoprogramma di Umbra Acque ed Anas. Un appuntamento, quello di ieri, che ha visto coinvolti tutti i soggetti interessati al fine di limitare al massimo i possibili disagi e portare avanti i lavori in modo rapido ed efficiente. Nel dettaglio, Umbra Acque ha annunciato per lunedì 11 gennaio l’inizio dei lavori di posa di una nuova condotta da Padule Stazione in direzione Gubbio, lavori che comporteranno, per un primo periodo di tempo, l’istituzione di un senso unico alternato regolato da un impianto semaforico per un tratto massimo di 150 metri alla volta, come disposto dall’ordinanza rilasciata dalla Provincia.
I lavori sulla nuova SS 219 che verranno fatti da Anas, invece, inizieranno il prossimo 8 marzo e si protrarranno fino al mese di luglio. Tali lavori, però, su richiesta esplicita dell’amministrazione comunale, partiranno dall’uscita della Contessa in direzione Fano verso Padule, e non in senso opposto come inizialmente previsto, così da non sovrapporsi in alcun modo con le operazioni di sostituzione della condotta idrica di Umbra Acque. “Un’azione di coordinamento importante – sottolinea il sindaco di Gubbio Filippo Stirati – atta a garantire il minor disagio possibile per i cittadini e per gli automobilisti. Che Anas investa milioni di euro sul miglioramento della viabilità nel nostro territorio, in attesa che partano anche i lavori del tratto Mocaiana-bivio di Pietralunga, resta un fatto importante e molto positivo, che migliora non solo la viabilità ma anche la sicurezza stradale e che apre importanti spazi anche per quanto riguarda il tessuto economico cittadino”.