Data: 09/06/2021

Strage di Villamagna, venerdì il ricordo dei giovani uccisi dai tedeschi

Dalle 10 la videoconferenza in memoria dell’eccidio nazista del 1944. Poi al cimitero la deposizione delle corone
I tre ragazzi, ventenni, ebrei e di origine livornese, vennero fucilati brutalmente dai militari il 27 marzo del 1944

GUBBIO (09/06/2021) – E’ il marzo del 1944: le truppe tedesche stanno conducendo operazioni di rastrellamento nei territori a Est e a Nord di Gubbio, dove i militari sparano a tutti coloro che non si fermano ai posti di blocco. I tedeschi sospettano su chiunque: anche semplici cittadini sono spesso considerati ribelli, panico e terrore vengono seminati in tutte le case, depredate dai militari di qualunque cosa, soprattutto dei generi alimentari. E’ in questo clima che il 27 marzo del 1944 si compie uno dei più efferati eccidi nazisti del nostro territorio, quello dei tre giovani ebrei Alberto Guetta, 22 anni, nato a Livorno nel Gennaio del 1922, Pierluigi Guetta, 19 anni, nato a Livorno nel dicembre del 1925, e Piero Viterbo, sempre livornese, 22 anni, tutti e tre uccisi brutalmente a Villamagna dai militari tedeschi. Al cimitero della Cima, nei pressi della località di Villamagna, una lapide ricorda ancora i tre giovani, “fucilati per odio razzista”.

Venerdì mattina, 11 giugno, in ricordo della strage verrà organizzato un importante momento di ricordo, memoria e omaggio: si inizia alle 10, con una videoconferenza in diretta Zoom (questo il link per seguirla in diretta streaming sul canale You Tube della Biblioteca Sperelliana: https://www.youtube.com/channel/UCRgS2BuOoQ10-jwpHeKy22Q) alla presenza di storici e relatori di alto livello. Interverranno Filippo Mario Stirati, sindaco di Gubbio, Fabio Vergari, sindaco di Scheggia e Pascelupo, Piero Piccioni, presidente dell’associazione nazionale Perseguitati politici italiani antifascisti di Terni e dirigente nazionale della stessa associazione, Laura Tomarelli, presidente dell'Associazione Famiglie Quaranta Martiri, Valter Verini, deputato, Gianluca Sannipoli, studioso di storia locale.

Alle 11.30, nel cimitero di Villamagna, verranno poi deposte tre corone in ricordo dei tre giovani uccisi nella strage.