"... avvolto in fasce e posto in una mangiatoia" - Mostra d'arte

Percorsi nella Natività, 6 dicembre - 12 gennaio
Si inaugura venerdì 6 dicembre, la mostra promossa e organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Gubbio, in collaborazione con Gubbio Cultura Multiservizi, Polo Museale dell'Umbria e Associazione culturale La Medusa, "... avvolto in fasce e posto in una mangiatoia. Percorsi nella Natività"

La mostra avrà sede nei tre più importanti musei cittadini, Museo Civico di Palazzo dei Consoli, Palazzo Ducale e Museo Diocesano e sarà aperta fino al 12 gennaio 2020.

Si potranno trovare esposti sia opere d'arte incentrate sul tema della Natività, sia documenti relativi alle tradizioni cittadine e alle celebrazioni natalizie in vari momenti storici.

Dalla Collezione Comunale provengono quattro dipinti datati tra XVI e XVII secolo, due dei quali particolarmente rilevanti: l'Adorazione dei pastori di Virgilio Nucci e l'Adorazione dei Magi di scuola romana, da alcuni avvicinata all'ambito di Antonio Gherardi.

Oltre ad antiche stampe realizzate tra XVII e XIX secolo, sono esposti anche preziosi testi biblici e liturgici, arricchiti da pregevoli miniature medievali, come nel caso dei corali di San Domenico (XIII/XIV sec.), o da tavole a stampa, come nel caso dei volumi cinquecenteschi e seicenteschi della Biblioteca Sperelliana.

Queste testimonianze artistiche sono solitamente conservate in luoghi differenti. Per la prima volta, quindi, esse si trovano riunite in un’unica sede, fornendo al visitatore una panoramica delle possibili declinazioni di un medesimo tema figurativo.  

A questo si aggiunge uno specifico percorso dedicato ai documenti provenienti dalla sezione eugubina dell’Archivio di Stato di Perugia, che testimoniano la vita sociale ed amministrativa di Gubbio nel periodo natalizio, tra XIV e XIX secolo.


La mostra ospita infine tre manufatti artistici e devozionali provenienti dai territori umbri colpiti dal sisma del 2016, che ha interessato un’ampia porzione della dorsale appenninica centrale compresa tra le regioni Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. L’organizzazione di questa iniziativa vuole quindi offrire anche uno spunto di riflessione sulla fragilità del nostro patrimonio culturale e sulle iniziative che sono state poste in essere per la sua tutela.

Il Palazzo Ducale di Gubbio ospita tre dipinti, pressoché inediti, avuti eccezionalmente in prestito dalla Galleria Nazionale dell’Umbria. Per le contenute dimensioni, le tavole possono ritenersi destinate alla devozione privata e si inseriscono perfettamente nella dimensione residenziale della dimora feltresca. La Madonna in adorazione del Bambino con San Giovannino, ricondotta al fiorentino Neri di Bicci, e la Natività con san Giovannino, di ambito toscano della fine del XV secolo, provengono dalla collezione dello storico dell’arte americano Federico Mason Perkins, mentre l’Adorazione dei Magi, di scuola veneziana dell’ultimo quarto del Cinquecento, è un legato dello storico e collezionista perugino Luigi Carattoli. Si tratta di dipinti dalla forte carica devozionale, capaci di compiacere una committenza tradizionale attraverso la rivisitazione di modelli e stilemi di più celebri pittori. ​

 Il Museo Diocesano di Gubbio, con il supporto della Diocesi, dell’Associazione Culturale La Medusa e dell’Archivio e Biblioteca diocesani, propongono un percorso di approfondimento sulla tematica artistica della Natività, con l’esposizione temporanea di una tela recentemente restaurata l' “Adorazione dei Pastori” di autore ignoto, proveniente dalla cittadina di Scheggia, materiale archivistico legato a fatti storici ascrivibili al periodo di Natale e legati a vicende della Diocesi eugubina; è inoltre previsto un focus didascalico di rimando in Cattedrale, per la visita alla Pala d’altare di Giuliano Presutti datata 1513-1521.


Per maggiori informazioni: 075 9274298 (Museo Civico); 075 9275872 (Palazzo Ducale); 075 9220904 (Museo Diocesano)

Per informazioni turistiche: 075 9220693; info@iat.gubbio.pg.it (Ufficio IAT)