A teatro tra danza e musica per ricordare Maddalena

Presentato questa mattina “Il sapore del perdono”, con la famiglia Cicchelli, il sindaco Stirati e il vicesindaco Tasso
17/04/2023

Scomparsa per una sindrome rarissima, la famiglia torna a mettere in scena uno spettacolo il cui ricavato andrà a sostenere la ricerca

GUBBIO (17/04/2023) – Trasformare un dolore, anzi, il dolore, in un’iniziativa che dà speranza a decine e decine di altre persone e famiglie.  È questo che hanno fatto Marco Cicchelli e la sua famiglia, colpiti, nel 2017, dalla perdita della figlia Maddalena, scomparsa a 23 anni a causa di una sindrome mitocondriale, la Melas, per la quale ancora oggi non esiste una cura. Dopo la morte di Maddalena la famiglia Cicchelli ha cercato un modo non solo per ricordarla, attraverso tutto ciò che Maddalena amava, ma per dare concretamente un sostegno alla ricerca per tutto quello che concerne lo studio e la cura delle malattie mitocondriali.

Marco Cicchelli, la moglie e la secondogenita Gaia dopo la scomparsa di Maddalena sono diventati soci di Mitocon, l’associazione che riunisce i malati mitocondriali e i loro genitori. “Dal momento in cui Maddalena ci ha lasciato – ha spiegato Cicchelli questa mattina in conferenza stampa –  abbiamo pensato che la sua e la nostra sofferenza non potevano diventare motivo di acredine, di inutile risentimento o di chiusura nel dolore, al contrario abbiamo desiderato trovare un modo per ricordarla nel modo migliore, cercando qualcosa che servisse anche ad alleviare il nostro dolore. Questo ci ha spinto verso l’unica strada che ci sembrava giusta: adoperarci per aiutare gli altri, fare qualcosa che servisse a sensibilizzare le persone e a finanziare la ricerca su questo tipo di malattie. La strada che abbiamo scelto è quella dell’allestimento di spettacoli teatrali, cosa che sarebbe sicuramente piaciuta a Maddalena, innamorata del canto e del ballo. Nel 2018 abbiamo messo in scena il nostro primo spettacolo e sabato 22 aprile, alle 21, torniamo al Teatro Ronconi con  “Il Sapore del Perdono”, uno spettacolo che alternerà momenti di ballo, musica e monologhi, con la partecipazione di artisti che ci coadiuvano con la loro presenza e professionalità, tra i quali i ballerini dell’Ikuvium Ballet, i musicisti de Al Fondino e l’associazione Castel d’Alfiolo”.

L’Intero ricavato della serata andrà a sostegno di Mitocon e della ricerca che l’associazione finanzia e stimola: “Per poter fare questo abbiamo bisogno di un aiuto economico: il biglietto dello spettacolo costa 10 euro e servirà a dare una mano a tutte le persone, bambini e adulti, che quotidianamente lottano per continuare a sperare”.

Alla presentazione dello spettacolo, questa mattina in Sala degli Stemmi, a Palazzo Pretorio, c’erano il sindaco Filippo Stirati e il vicesindaco Alessia Tasso. “Da parte nostra – ha sottolineato Stirati – c’è un convinto sostegno a questa iniziativa: la famiglia Cicchelli ha saputo trasformare una vicenda dolorosa in un progetto che va a beneficio di tante persone e famiglie. Tutto quello che si riesce a fare grazie a persone come voi e alla vostra associazione va ampiamente valorizzato e sostenuto: il Comune di Gubbio ci è accanto come sono certo vi saranno accanto anche tante cittadine e cittadini che verranno allo spettacolo. In queste battaglie così importanti non si può certo rimanere da soli”.

I biglietti per “Il sapore del perdono”, che si terrà al Teatro Comunale Luca Ronconi sabato 22 aprile alle 21, saranno disponibili al botteghino del teatro a partire da giovedì 20. Per info e prevendita 335.7457493 e 346.5171068.

Locandina-Definitiva-1-scaled 660

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
17/04/2023