Ambiente, arrivano 63mila euro per la casa dell’acqua

L’assessore Tasso: “Dopo quelli relativi al Pnrr, nuovi fondi che garantiscono azioni concrete per la riduzione della plastica”
22/05/2023

Verrà installata a Branca, e seguirà quelle di Mocaiana, Padule e via Beniamino Ubaldi. Fino ad oggi erogati quasi 700mila litri

GUBBIO (22/05/2023) – Continuano gli ottimi risultati in tema di politiche ambientali finalizzate alla ricerca di fondi extra rispetto al bilancio comunale: sono ora in arrivo per il Comune di Gubbio 63mila euro, che verranno destinati alla realizzazione della Casa dell’acqua a Branca.  “Dopo la recente aggiudicazione di fondi del Pnrr – sottolinea il vicesindaco Alessia Tasso – ora il finanziamento arriva dalla Regione Umbria: un importo  che, nell’ambito di una serie di interventi per la salvaguardia e la tutela delle risorse idriche, la valorizzazione e l’eventuale riqualificazione ambientale e urbana dei territori interessati da concessioni di acqua minerale, grazie al lavoro del Settore Ambiente garantirà a Gubbio un contributo mirato a finanziare azioni concrete per la riduzione dell’uso della plastica. Alla casa dell’acqua di Branca se ne affiancherà una anche in via Fontevole, dopo quelle già installate a Mocaiana, a Padule, e in via Beniamino Ubaldi, tutte finanziate grazie a fondi Auri o della Regione: si tratta di impianti in grado di fornire un servizio concreto alla comunità nel pieno rispetto dell’ambiente”. In particolare dal 2020 al 2022 le case dell’acqua di Gubbio hanno erogato oltre 660mila litri di acqua naturale e frizzante, risparmiando la produzione di 18mila bottiglie di plastica, evitando l’immissione di 66 tonnellate di CO2, pari alla quantità catturata da oltre 4.424 alberi.

WhatsApp-Image-2023-05-22-at-11.18.16 4323

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
08/01/2024