Ceri 2024, a Perugia il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza

Presenti il Prefetto Armando Gradone, il Questore Fausto Lamparelli, l’amministrazione comunale cittadina, le Forze dell’Ordine e la Polizia Municipale, i Vigili del fuoco, le Famiglie Ceraiole, l'Università dei Muratori, il Maggio Eugubino
24/04/2024

GUBBIO (24/04/2024) – Si è riunito nei giorni scorsi a Perugia in Prefettura, guardando all’avvicinarsi del 15 Maggio, il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, alla presenza del Prefetto Armando Gradone, del Questore Fausto Lamparelli, dell’amministrazione comunale cittadina, delle Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale, dei Vigili del fuoco, delle Famiglie Ceraiole, dell’Università dei Muratori e del Maggio Eugubino.

Concorde e unanime la valutazione del Comitato sulla bontà del lavoro fatto in questi ultimi anni, che ha prodotto un Piano di sicurezza avanzato ed esauriente, tale da garantire la pubblica sicurezza senza inficiare le peculiarità della Festa, aperta e partecipata per sua stessa natura. Dopo i fatti di Torino in Piazza San Carlo, Gubbio e la Festa dei Ceri sono state tra le prime manifestazioni in Italia a dotarsi di un’organizzazione e di dispositivi che, affinati nel corso degli anni, hanno dato ottimi risultati, tanto da essere assunti a livello nazionale come riferimenti per manifestazioni analoghe.

La borsa di studio riservata a un giovane laureato in Ingegneria per completare lo studio dell’analisi comportamentale della folla e quella che tra qualche giorno verrà promossa in collaborazione con il Dipartimento di Antropologia dell’Università di Perugia per eseguire un’analisi a 360° degli elementi che caratterizzano la Festa rendendola un unicum nell’ambito delle grandi manifestazioni del folklore italiano, collocano la Festa dei Ceri, il Comune di Gubbio e i Vigili del Fuoco della provincia di Perugia su un livello estremamente evoluto e paradigmatico in chiave nazionale.

Grande apprezzamento da parte di tutti è stato espresso per il lavoro svolto da Prefetto e Questore, per la loro capacità di entrare pienamente nello spirito della Festa e per la loro disponibilità.

Novità di questa edizione 2024 sarà la videosorveglianza impiantata nel centro storico, con la copertura del percorso dei Ceri e un ulteriore, prezioso strumento per poter avere in tempo reale contezza della situazione relativa alla pubblica sicurezza.

 

ceri-gubbio 3129

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
24/04/2024