Ecco i parcheggi rosa per mamme, papà e bimbi

Per accedere a tali spazi sarà necessario munirsi di un contrassegno speciale, il “permesso rosa”, che potrà essere richiesto al Servizio di Polizia Municipale
04/04/2023

Un intervento portato avanti dagli assessorati alle Pari Opportunità e alla Mobilità, che hanno lavorato insieme per accogliere e ampliare la proposta presentata dalla Commissione Pari Opportunità

Arrivano i “parcheggi rosa”, spazi riservati alla sosta di  veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza e di genitori di bambine e bambini di età non superiore a due anni. Per accedere a tali spazi sarà necessario munirsi di un contrassegno speciale, il “permesso rosa”, che potrà essere richiesto al Servizio di Polizia Municipale.

Si tratta di un passo avanti importante, che agevola in modo significativo lo spostamento di mamme e papà con bimbi piccoli, che ora potranno usufruire di parcheggi dedicati situati in prossimità di strutture e servizi solitamente molto frequentati da questo tipo di utenza. Un intervento che è stato portato avanti trasversalmente dagli assessorati alle Pari Opportunità e alla Mobilità e Urbanistica, che hanno lavorato insieme per accogliere e ampliare la proposta presentata dalla Commissione Pari Opportunità.

“Vogliamo sempre più lavorare per una città che sia inclusiva  – spiega l’assessore all’Urbanistica Alessia Tasso – a misura di tutti, e che sappia rispondere alle esigenze delle nuove famiglie e dei loro tempi. Il progetto, portato avanti in maniera trasversale dall’assessorato alla Mobilità e alle Pari Opportunità, dimostra un lavoro di squadra finalizzato da una parte a coniugare le esigenze delle neo famiglie, dall’altra a favorire gli spostamenti”.

“Una misura concreta – sottolinea l’assessora alle Pari Opportunità e al Welfare Simona Minelli –  che attua quello sguardo inclusivo per una città che vuole essere di tutti e che risponde in particolare alle esigenze delle donne e delle famiglie in generale, perché gli stalli potranno essere utilizzati dalle donne in gravidanza, ma anche da entrambi i genitori con bambini fino a due anni.  Per garantire il servizio sarà ovviamente importante il senso civico di ciascuno, stante comunque il fatto che la nuova regolamentazione degli stalli rosa, a differenza dei cosiddetti permessi di cortesia rilasciati fino ad oggi, prevede l’applicazione del Codice della Strada con relativi controlli da parte del Servizio di Polizia Municipale, che potrà sanzionare e anche rimuovere i veicoli non in regola”.

 

WhatsApp-Image-2023-03-30-at-11.12.41 3060

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
04/04/2023