La mostra su Leonardo è già un successo, 2500 visitatori in 2 settimane

A Palazzo dei Consoli di Gubbio esposti studi per il volo, il primo modello di carro armato, macchine di ingegneria idraulica e oggetti pronti a incuriosire visitatori di ogni età. “Vietato non toccare” è la parola d’ordine.
15/12/2022

Nella città dell’Albero più grande del mondo, si possono ammirare e “azionare” oltre 50 modelli interattivi di macchine disegnate da Leonardo da Vinci e fedelmente ricostruite.

Il fascino di Leonardo da Vinci non tramonta mai. Sta già suscitando molto interesse la mostra che celebra a Gubbio l’arte e il genio di Leonardo da Vinci, il più grande uomo del Rinascimento e una delle menti più innovative ed eclettiche della storia dell’umanità. “L’ingegno di Leonardo. Le macchine”, inaugurata lo scorso 26 novembre, ha già registrato 2500 visitatori in sole due settimane di apertura, di cui oltre 1700 presenze nel lungo ponte dell’Immacolata, contraddistinto nella città eugubina dall’attesa e straordinaria accensione dell’Albero più grande del mondo. In tanti sono entrati a Palazzo dei Consoli per lasciarsi meravigliare dalle oltre 50 ricostruzioni interattive, e fedelmente ricostruite a mano, delle lungimiranti invenzioni del genio fiorentino. Studi per il volo, il primo modello di carro armato, macchine di ingegneria idraulica e oggetti curiosi, come il girarrosto a vapore, la scala mobile e il robot. “Vietato non toccare” è la parola d’ordine della mostra a Gubbio: le macchine, infatti, si possono azionare in modo autonomo attraverso il movimento di maniglie e manovelle così da scoprirne il facile funzionamento.

La mostra è curata da Gabriele Niccolai e promossa dal Comune di Gubbio e Gubbio Cultura e Multiservizi, con il contributo della Regione Umbria e in collaborazione con il Museo Leonardo da Vinci di Firenze. È visitabile tutti i giorni fino all’1 maggio 2023, con aperture straordinarie durante le festività natalizie: dal 26 dicembre al 6 gennaio rispetterà orario continuato 10-18.30. Il biglietto della mostra comprende la visita alla collezione permanente del Museo Civico. Sono previste anche convenzioni con la Christmas Card dell’evento ChristmasLand a Gubbio, con l’Associazione Camper Club Gubbio e con la rivista Pleinair che rimarrà  attiva per tutto l’anno, costituendo uno strategico canale di promozione del Museo Civico di Gubbio e del territorio.

Il sindaco di Gubbio Filippo Stirati: «Le grandi mostre che abbiamo ospitato negli ultimi mesi sono state un efficacissimo traino per la promozione della città, sia in termini di presenze turistiche, che hanno fatto registrare numeri importantissimi, sia per quanto riguarda la fruizione da parte dei cittadini eugubini, i quali hanno potuto riscoprire, e in alcuni casi anche scoprire, i “loro” spazi, i loro tesori architettonici, vero e proprio “scrigno” di altrettante opere di valore. La mostra su Leonardo Da Vinci, in particolare, grazie anche alla possibilità di interagire con il materiale esposto, sta suscitando forte interesse da parte dei più giovani, nei confronti dei quali peraltro è orientata grande parte della nostra promozione. Questa iniziativa, costruita insieme alla Gubbio Cultura, fa da traino a tutto il nostro sistema museale, il quale vanta spazi di assoluto valore, che esposizioni di questo calibro valorizzano ed esaltano».

«Siamo decisamente soddisfatti di questo primo risultatosottolinea l’assessore alla Cultura Giovanna Uccellani La nuova mostra a Palazzo dei Consoli è dedicata ad una delle figure più “pop” del panorama storico-artistico italiano, Leonardo Da Vinci. È un evento pensato per tutta la famiglia, adatto anche ai più piccoli, come dimostrano le presenze di questi giorni e che ci auguriamo proseguano sempre in ascesa. Grazie alla possibilità di interagire con le opere esposte, infatti, i visitatori di ogni età diventano protagonisti attivi. Un passaggio dalla fantasia del genio del Rinascimento alla concretezza dei nostri giorni che attesta ancora una volta la lungimiranza di Leonardo».

A visitare la mostra di Leonardo sono giovani, coppie e in particolare nuclei familiari con bambini e adolescenti. Non mancano gruppi organizzati, alcuni dei quali hanno richiesto la visita guidata alle collezioni del museo e alla mostra. Particolarmente apprezzata è la possibilità di interagire con le macchine di Leonardo nello spazio della mostra, così come quella di fruire di approfondimenti sul palazzo e sulle collezioni museali tramite Qr-Code con le sezioni di “Girogiocando al museo” e “Focus”. Accanto ad ogni macchina è visibile l’immagine della pagina del codice che riporta il disegno tecnico eseguito da Leonardo, utilizzata per la ricostruzione fedele del modello, insieme ad un’accurata descrizione.

Una sezione della mostra è dedicata ai più piccoli, con giochi interattivi ispirati alle macchine di Leonardo per sperimentare e scoprire questo grande genio divertendosi.

I modelli esposti a Palazzo dei Consoli di Gubbio sono frutto di un lungo lavoro della famiglia fiorentina Niccolai che, a partire dal 1960, ha deciso di dare vita alle macchine disegnate da Leonardo nei suoi Codici, unendo il sapere artigiano alla ricerca accademica utilizzando i materiali dell’epoca quali legno, cotone, ottone, ferro e corde. La prestigiosa collezione conta oggi oltre 400 modelli unici ed è la più grande dedicata alle macchine di Leonardo da Vinci. La mostra di Gubbio è la seconda tappa di un grande tour mondiale che proseguirà per i prossimi dieci anni.

 

Per informazioni: tel. 075 9274298 – museo@gubbioculturamultiservizi.it – www.palazzodeiconsoli.it 

Gubbio_Leonardo_mostra-40-scaled 1297

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
15/12/2022