L’atleta paralimpica Nicole Orlando incontra gli studenti del Mazzatinti

Ventinove anni, con sindrome di down, più volte citata da Mattarella, ai Mondiali 2015 ha vinto quattro ori e un argento
19/12/2022

Appuntamento mercoledì mattina al Centro Servizi Santo Spirito. Ci saranno anche sindaco e assessore Damiani

GUBBIO (19/12/2022) – Incontrerà gli studenti degli indirizzi Scientifico Sportivo e Scienze Umane del Polo Liceale Giuseppe Mazzatinti al Centro Servizi Santo Spirito l’atleta dell’atleta paraolimpica Nicole Orlando, riconosciuta eccellenza italiana, che sarà a Gubbio mercoledì mattina 21 dicembre per un’iniziativa che mette insieme sport, cultura, educazione alla diversità.

Nicole Orlando ha 29 anni e ha la sindrome di down, nel 2015 ha partecipato ai Mondiali in Sudafrica nell’atletica leggera, aggiudicandosi quattro medaglie d’oro e una d’argento. Proprio per questi successi, la campionessa è stata anche citata nel discorso di fine anno 2015 dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nicole Orlando si è specializzata sui 100 e 200 metri, nel lancio del giavellotto, nel salto in lungo e nel triathlon, entrando nel giro della Nazionale già in occasione dei campionati Europei Iaads di Roma 2013 dove ha vinto tre ori nei 100 metri, nel salto in lungo e nella staffetta 4×100. Si è quindi ripetuta agli Open European Championships Iaads in Portogallo nel 2014, vincendo nelle stesse specialità dell’anno precedente in Italia. Detiene il record mondiale nel triathlon, salto in lungo, 4×100 e 4×400 e i record europei nel getto del peso e nel lancio del disco. Ai Mondiali 2015 in Sudafrica, alla prima partecipazione, è stata assoluta dominatrice dei 100 metri, 200, staffetta 4×100 m, triathlon e salto in lungo, fissando il record mondiale nel triathlon. Nicole Orlando è stata anche apprezzata protagonista dell’undicesima edizione del programma televisivo “Ballando con le stelle” di Rai Uno, classificandosi quinta in coppia con il ballerino Stefano Oradei.

Nicole Orlando ha anche pubblicato il libro “Vietato dire non ce la faccio”, scritto insieme alla giornalista Alessia Cruciani. Il titolo è un vero e proprio motto dell’atleta, che l’atleta in ogni occasione lancia: un messaggio di positività, grinta e incoraggiamento per sé e per gli altri. In occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down, il 21 marzo 2021, il Centro regionale di informazione delle Nazioni Unite ha condiviso un suo messaggio: “Ognuno ha le sue capacità, i suoi talenti, le sue passioni. Non guardate solo la sindrome di Down. Prima di tutto siamo persone”.

All’incontro, mercoledì alle 10.30, saranno presenti il dirigente scolastico Maria Marinangeli con il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore allo Sport, Gabriele Damiani.

 

NicoleOrlando 251

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
19/12/2022