Parcheggi Teatro Romano, il TAR dà ragione all’amministrazione

L’ordinanza dà atto al Comune di aver fatto tutto ciò che era nelle sue facoltà per permettere l’accesso a pazienti con disabilità
02/05/2024

Rigettato pienamente il ricorso presentato da uno studio di fisioterapia e riabilitazione

GUBBIO (02/05/2024) –  Il TAR, Tribunale Amministrativo Regionale dell’Umbria, con un’ordinanza dello scorso 23 aprile ha rigettato pienamente il ricorso presentato da uno studio di fisioterapia e riabilitazione di Viale del Teatro Romano, dando atto al Comune di Gubbio di aver fatto tutto ciò che era nelle sue facoltà per permettere l’accesso a pazienti con disabilità nella zona dello studio nei giorni del mercato settimanale.

L’ordinanza, nel dettaglio, ha recepito tutte le indicazioni difensive presentate dall’Amministrazione Comunale, rappresentate in ben tre camere di consiglio, rilevando in particolare “la sussistenza dell’interesse pubblico a non ritardare l’attuazione dell’intervento di rigenerazione urbana di Piazza Quaranta Martiri finanziato con risorse del PNRR” e la insussistenza dei presupposti per la concessione delle invocate misure cautelari, essendo emerso che “l’Amministrazione Comunale si è nelle more attivata per reperire due posti auto per i veicoli muniti di contrassegno per le persone disabili all’interno dell’area parcheggio della vicina USL Umbria 1 con modalità che, sebbene non ritenute pienamente satisfattive dalla parte ricorrente, sono comunque sufficienti a scongiurare l’irreparabilità del danno”.

 

Teatro-Romano-scaled-e1705912291857 2824

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
02/05/2024