Processione Cristo Morto, dal sindaco un appello al decoro

Stirati: “Mi rivolgo in particolare ai locali e a lori gestori, perché mantengano e invitino a mantenere il giusto riguardo”
03/04/2023

Il primo cittadino sottolinea la necessità di rispettare il sentimento religioso di fronte a uno dei riti più importanti della Settimana Santa

GUBBIO (03/04/2023) – Un appello a tutta la città affinché nel passaggio della processione del Cristo Morto venga mantenuto il giusto decoro e venga osservato un atteggiamento consono. E’ il sindaco di Gubbio Filippo Stirati a rivolgersi alle eugubine e agli eugubini che si preparano a vivere uno dei momenti più suggestivi della Settimana Santa: la processione del Venerdì Santo.

“Mi rivolgo in particolare – spiega Stirati – ai locali che svolgono la loro attività lungo il percorso attraversato dalla processione, invitando i gestori al senso del decoro e a mantenere atteggiamenti consoni soprattutto nel momento in cui la processione transita di fronte alle attività, esercitando il giusto controllo anche nei confronti dei clienti. Abbiamo voluto evitare provvedimenti restrittivi – prosegue il sindaco – perché non è questo il senso delle indicazioni che vogliamo dare, ma è ovvio che vogliamo sottolineare fortemente la necessità di rispettare il sentimento religioso di fronte a uno dei riti più importanti della Settimana Santa e di tutto il cristianesimo. Lo stesso carattere particolarmente suggestivo, intenso e coinvolgente del Miserere per sua stessa natura merita silenzio e attenzione da parte di tutti gli astanti, senza dimenticare, tra l’altro, la dimensione culturale di un avvenimento seguito da tanti visitatori e turisti che si aspettano un adeguato contegno. Ho nei giorni scorsi rivolto un invito anche alle associazioni di categoria affinchè ci diano una mano nel sensibilizzare i loro iscritti, perché l’appello non rimanga inascoltato. La forte carica spirituale che pervade la processione del Cristo Morto e la suggestività dell’ambiente nel quale si celebra sono un unicum di questa città, un patrimonio che abbiamo tutti il dovere di tutelare e preservare, ognuno per la sua parte”.

 

 

 

 

 

ProcessioneCM1-550x420-1 403

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
03/04/2023