Processione del Cristo Morto, Venerdì Santo ore 19,30

Comunicato stampa Confraternita Santa Croce della Foce
26/03/2024

All’imbrunire del Venerdì Santo si rinnoverà a Gubbio la sacra rappresentazione della Processione del Cristo Morto che da secoli è riferimento religioso e culturale di tutto il popolo eugubino.

La Sacra Liturgia muoverà alle ore 19.30 dalla Chiesa di Santa Croce della Foce dirigendosi verso il “pietrone” per poi compiere il solito ed antico itinerario che permetteva di mostrare il Cristo Morto alla venerazione di Monasteri, Conventi, Confraternite, luoghi di sofferenza e fedeli: uniche soste al “pietrone” ed alla casa di riposo “Toschi Mosca”.

Lo struggente “Miserere”, alternato ai “Canti della Passione”, accompagnerà i simulacri e tutti i simboli della Passione per le vie della città in un clima di silente devozione fino al rientro nella Chiesa di S.Croce della Foce dove i cori si alterneranno nel canto finale.

Alle ore 17.30 del Venerdì Santo le donne di Cantiano, rinnovando l’antico gesto, compiranno il rito della “Unzione delle Sante Piaghe di Gesù”.

Tradizione particolarmente sentita è l’ “Ostensione del Cristo Morto” con l’offerta di fiori: le sacre immagini di Gesù Crocifisso e della Vergine Addolorata potranno essere venerate nelle giornate del Venerdì e del Sabato Santo nella Chiesa di S.Croce già dalle ore 7 della mattina.

Durante tutta la mattinata del Sabato Santo, sempre nella chiesa di Santa Croce, saranno presenti i sarcerdoti per le confessioni.

Alle ore 21.15 del Sabato Santo i confratelli compiranno il gesto della “Reposizione di Gesù Crocifisso” nella nicchia dell’altare maggiore.

Si invita tutta la cittadinanza ad illuminare le vie della città e ad accostarsi al secolare rito con preghiera, devozione, silenzio e rispetto.

Gubbio, 25 marzo 2024

432787312_720328780271812_854893596327319734_n 4151
2024_Orari 4660

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
26/03/2024