Venerdì Santo, emanata un’ordinanza per il decoro cittadino

Per i titolari di pubblici esercizi una serie di indicazioni che vanno dalla rimozione delle parti facilmente amovibili delle occupazioni di suolo pubblico al divieto di trasmettere musica, alla richiesta di abbassare le luci al momento del passaggio della Processione
28/03/2024

Ai commercianti, ma anche a tutta la cittadinanza, è chiesto un comportamento rispettoso e consono all'atmosfera che caratterizza la Processione

GUBBIO (28/02/2024) – Torna domani sera, come accade ormai da secoli in ogni  Venerdì Santo, la Processione del Cristo Morto, organizzata dalla Confraternita di Santa Croce della Foce. Per  poter garantire il regolare svolgimento della processione senza creare situazioni di pericolo, ma anche al fine di preservare e rispettare sia il sentimento religioso che caratterizza uno dei riti più importanti della Settimana Santa, sia la dimensione culturale di un avvenimento seguito da tanti visitatori e turisti, è stata emanata un’ordinanza che chiede per domani, venerdì 29 marzo 2024, ai commercianti, agli esercenti pubblici e ai titolari di attività di somministrazione di alimenti e bevande che si trovano lungo il percorso della Processione del Cristo Morto:

– di non utilizzare radio, TV, stereo, musica dal vivo, ecc… nei pubblici esercizi e dehors, negli spazi e negli ambienti pubblici e privati;

– di abbassare le luci all’interno delle strutture esterne aperte o chiuse;

– di rimuovere le parti facilmente amovibili delle occupazioni di suolo pubblico (tavolini, sedie, ombrelloni) collocate lungo il percorso della processione;

Si invita inoltre  tutta la cittadinanza a tenere un comportamento rispettoso e decoroso al fine di preservare la suggestività della stessa iniziativa. Nel caso di violazione di tali disposizioni si andrà incontro a sanzioni amministrative pecuniarie da un minimo di € 500,00 ad un massimo di € 5.000,00.

webpc-passthru-1-1 300

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
28/03/2024